domenica, Maggio 19 2024

A Pistoia, la strada che scende dalla chiesa di San Filippo, dove si trova la biblioteca Fabroniana, fino all’incrocio con Via dei Rossi si chiama “Via Abbi Pazienza!”.

Un curioso nome per una via, che fonda le proprie origini in una storia di vendetta.

Anticamente in una notte scura e molto piovosa, all’angolo dove oggi sorge la citata via, stava in piedi avvolto in un mantelo nero un membro della famiglia de’ Rossi.

Stava aspettando un uomo che gli aveva recato un grave torto e, come succedeva in passato, i torti si ripagavano col sangue.

Erano ore e ore che attendeva, ma del proprio nemico non v’era traccia.

Ad un certo punto il de’ Rossi vide arrivare un uomo incappucciato che si stava riparando dal freddo. Preso dalla frenesia di vendetta e dalla lunga attesa gli si gettò addosso col pugnale sguainato.

Il malcapitato fortunatamente schivò il colpo e fermo il de’ Rossi, il quale si accorse di aver fatto un atroce sbaglio.

Difatti la vittima non era il suo acerrimo nemico, ma anzi, il de’ Rossi si ritrovò davanti uno dei suoi migliori amici.

L’uomo alterato chiese il perché di tale gesto nei suoi confronti e fu in quel momento che il de’ Rossi pietrificato dall’errore seppe dire soltanto:

– Abbi pazienza!

Previous

Arezzo: chi fu causa del suo mal pianga sé stesso

Next

Arezzo e il Drago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche