lunedì, Aprile 22 2024

Pescia è situata in Valdinievole, nella parte più ad ovest della provincia di Pistoia, anche se storicamente è per molto tempo rimasta sotto la dominazione di Lucca, trovandosi a metà distanza tra queste due città. Il nome di Pescia viene ricondotto in un’antica interpretazione a picea, ossia pece. Più probabilmente deriva dal torrente omonimo che scorre nei pressi, in longobardo chiamato pehhia da pahhi, ossia ruscello.

Gli edifici cittadini principali sono il Palazzo del Vicario (sec. XIII-XIV), attuale sede del municipio comunale, con la sua torre campanaria, il Palagio o Palazzo del Podestà (edificato tra il XII ed il XIII secolo) la Villa Sismondi (sede della Biblioteca comunale), il Duomo (intitolato a Santa Maria Assunta), la Chiesa di San Francesco in stile gotico, il Teatro comunale Giovanni Pacini (disegnato dall’architetto pesciatino Giovanni Antonio Tani nel 1717 e poi più volte ristrutturato).

Dal 1° al 4 maggio, dalla mattina alla sera. Pescia tornerà indietro nel tempo fino all’età medievale e i suoi quartieri addobbati con i colori dei 4 rioni cittadini (Ferraia, San Francesco, San Michele, Santa Maria) tra combattimenti di spade, banchetti di arti e mestieri, musici e sbandieratori, dame e cavalieri, ospiteranno taverne con cibi e bevande dell’epoca per rifocillare i visitatori, divenuti per l’occasione dei pellegrini. Nel passato infatti questi giungevano a venerare il Santissimo Crocifisso – reliquia pesciatina – che si festeggia fin dal ´700, in quanto considerato Crocifisso miracoloso.

L’economia di Pescia in età medievale si basava principalmente sull’allevamento del gelso e del baco da seta, di cui si racconta che sia stato importato segretamente dall’Oriente per la prima volta in Europa proprio da un frate pesciatino.

E’ dal 1999 che si svolge Pescia Medievale, anno in cui si svolsero i festeggiamenti per il trecentesimo anniversario dell’elevazione di Pescia al rango di città per mano del Granduca di ToscanaCosimo III de’ Medici; a lui i pesciatini dedicarono la Porta Fiorentina, una porta cittadina sul modello di un arco di trionfo, situata sulla strada che, uscendo dal centro cittadino, prosegue verso Firenze.

Ogni anno, la prima domenica di Settembre, si disputa a Pescia il Palio degli Arcieri.

Previous

Mille Miglia di Storia

Next

Patrimonio di tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche